Torna al News Wall

Catania. La bellezza che sopravvive e si rigenera.

Catania è una città tenace, capace sempre di risorgere e ripensarsi sempre diversa eppure fedele alla sua essenza. Su una delle porte principali della città, Porta Garibaldi, troneggia la frase “Melior de cinere surgo“ ovvero “Rinasco dalla cenere più bella di prima”. Catania è l’emblema della bellezza che sopravvive e si rigenera. Distrutta più volte da terremoti, invasioni ed eruzioni è sempre riuscita a risorgere, anche dopo il terremoto del 1963 che rase al suolo l’intera città. Una tenacia che l’ha resa più bella e interessante e che vi permetterà di apprezzarne le diverse personalità.

Catania vi colpirà per l’accoglienza e i sorrisi dei suoi abitanti, sempre pronti per un suggerimento o un consiglio. È una città dinamica nella quale troverete sempre degli eventi interessanti oltre ad avere una movida che richiama persone anche dai comuni limitrofi.
Festival enogastronomici, concerti e mostre la rendono uno dei poli principali della cultura in Sicilia.

Posti da non perdere a Catania:

  • Piazza del Duomo a Catania: O Liotru ovvero l’elefantino simbolo e protettore di Catania vi accoglierà al vostro ingresso nella città.
  • Giardino Bellini: dedicato al compositore catanese Vincenzo Bellini, è una parentesi di natura e freschezza in pieno centro città, ideale per trovare ristoro. Al suo interno troverete il viale degli “Uomini illustri”, con i busti dei celebri Giovanni Verga, Giuseppe Mazzini, Luigi Capuana, Mario Rapisardi.
  • Cattedrale di Sant’Agata: più volte distrutta, sorge sui resti di antiche terme. Con la facciata in marmo di Carrara e le statue di Sant’Agata distribuite intorno ha una bellezza imponente e avvolgente. L’interno è maestoso e al suo interno sono conservate le reliquie di Sant’Agata e la tomba di Vincenzo Bellini, il celebre musicista catanese.
  • Mercato Pescheria: un colorato e rumoroso mercato di pesce nonché uno dei simboli della quotidianità dei catanesi dove potrete acquistare ma anche mangiare sul posto del buon pesce appena pescato.
  • Mercato a Fera ‘o Luni: un mercato quotidiano di frutta e altri oggetti.
  • San Giovanni Li Cuti: un piccolo villaggio di pescatori all’interno di una città. Potrete ammirare i gozzi colorati dei pescatori che riforniscono i ristoranti di pesce fresco. Al suo interno anche una spiaggia di sabbia nera.
  • Teatro Massimo Vincenzo Bellini:uno dei simboli di Catania per uno dei suoi personaggi più celebri. La sera della sua inaugurazione erano presenti Giovanni Verga e Luigi Capuana.
  • Catania sotterranea: nel sottosuolo ci sono gallerie che si estendono per centinaia di metri e che un tempo furono rifugi antiaerei durante la seconda guerra mondiale. Potrete accedere dalle terme achilliane, dalla chiesa di San Giovanni alle Grotte e dal Monastero dei Benedettini.

Sapori di Catania

Se vi state chiedendo cosa mangiare a Catania, tra i piatti imperdibili vi consigliamo sicuramente l’arancino (una palla di riso e ragù fritta), le crispelle o le schiacciate, i carciofi arrostiti e tanti altri piatti veloci che troverete nei bar e nei panifici.
Tra i primi piatti sicuramente da non perdere la pasta alla Norma con salsa di pomodoro e melanzane fritte ma anche la pasta con le sarde e altri primi di pesce. In più parti della città troverete braci per gustare frattaglie e grigliate di carne, anche nelle macellerie che di sera si trasformano in veri banchetti di delizie. In questa zona gusterete dei vini indimenticabili. Il mare e L’Etna maestoso hanno creato un sodalizio che ha creato dei vini intensi e che vi conquisteranno al primo sorso.
Catania è una meta per diversi tipi di viaggiatori, sta a voi decidere in che modo vi entrerà nel cuore perché, siamo certi, accadrà.

Condividi
FacebookTwitterCopy LinkPrint